Vince “DILLO CON… UN EX LIBRIS”
Le incisioni e le sculture del Liceo Artistico hanno conquistato la giuria coordinata da Stefano Talamoni
Ai ragazzi andranno 500 euro per un progetto educativo e tutti i lavori saranno presentati a Caffeina Cultura

In una affollata Sala dei Quattrocento, presso il Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, si è svolta ieri mattina la premiazione del concorso indetto da ApertaMenteOrvieto all’interno del progetto “Per Orvieto città del dialogo”, cui hanno aderito quattro classi degli istituti scolastici diretti dalla preside Gabriella Struzzi.
A trionfare su tutti è stato il lavoro dei ragazzi del primo anno del Liceo Artistico, che hanno presentato ex libris (incisioni su linoleum) e medaglie (sculture in argilla) sul dialogo, con citazioni in latino sui differenti aspetti della necessità e dell’assenza di dialogo.
La giuria (che ha visto personalità del calibro di Guido Barlozzetti, Pino Strabioli, Tiziana Mari, Francesca Mencaroni e Raffaele Petrangeli), coordinata da Stefano Talamoni, ha decretato, non senza qualche difficoltà per la qualità dei lavori presentati, che il premio andasse al liceo artistico, riconoscendo al lavoro dei ragazzi la capacità di aver rappresentato tutti gli aspetti problematici della comunicazione nella nostra società e, soprattutto, di restituire l’immagine di un gruppo che lavora in modo cooperativo e ben organizzato, dove si comunica in maniera efficace. Il lavoro, che ha visto un filmato introduttivo sulle fasi di progettazione e realizzazione, l’esposizione dei manufatti originali e la rapida ed efficace spiegazione delle opere, è stato giudicato come il più completo e articolato, con grande soddisfazione dei ragazzi e del loro docente di arti plastiche.
Alla classe vincitrice vanno 500 euro di cofinanziamento per un progetto educativo da realizzarsi nel corso del prossimo anno scolastico, mentre i loro lavori saranno al centro della terza giornata del prossimo Festival del Dialogo, che si svolgerà dal 23 al 25 ottobre.
Grande soddisfazione da parte del presidente di AMO, Erasmo Bracaletti, e di Francesca Spadaccia e Raffaele Iacarella, coordinatori del progetto educativo «Mentre studio mi diverto» che ha visto scaturire i lavori presentati.
Tutti i quattro elaborati giudicati nella giornata di ieri, indipendentemente dalla graduatoria, saranno presentati al Festival dell’Educazione che si terrà a Viterbo il prossimo luglio all’interno della kermesse Caffeina Cultura, a cui la nostra associazione è stata invitata a partecipare, aderendo con piacere e soddisfazione.