Si chiude con successo la IX edizione del Festival del Dialogo Annunciato il tema del prossimo anno: “La rete del Dialogo”

Si è chiusa con successo anche la IX edizione del Festival del Dialogo organizzato dall’Associazione ApertaMenteOrvieto che per tre giorni – dal 7 al 9 ottobre – ha portato sulla Rupe personaggi illustri che si sono alternati in ampi dibattiti intorno al tema di quest’anno Globalizzazione: crisi e nuove prospettive”.

Tema che aveva fatto da prologo, a maggio scorso, al Festival del Dialogo Giovani e che, nell’edizione autunnale, è stato approfondito dagli interventi di Fulvo Scaglione, già vicedirettore di Famiglia Cristiana che nell’atrio di Palazzo dei Sette ha tenuto un’interessante dialogo con Paolo Cornetti, consulente politico e spin doctor che si interessa di teoria politica, geopolitica e comunicazione.

Il Palazzo dei Sette è stato anche il punto di ritrovo e partenza – sabato 8 ottobre – anche per “Le perle nascoste di Orvieto”, la passeggiata a cura dall‘Asds “Ettore Majorana” (Fie – Fiso) e con gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Scientifico e Tecnico “Majorana – Maitani” che si è tenuta nel pomeriggio di sabato 8 ottobre per le vie del centro storico di Orvieto.

Intorno al tema “Proteggere la biodiversità e le scienze della vita. Due obiettivi irrealizzabili nel contesto socio-economico e accademico attuale” si è incentrato poi l’intervento dell’imprenditore Valentino Mercati in dialogo con la giornalista Beatrice Curci. A chiudere la tre giorni di Festival – domenica 9 ottobre- un argomento quantomai attuale: “La sovranità alimentare e la spesa quotidiana: le nostre scelte a tavola” con Monica Petronio (Slow Food Umbria) e Alessandra Cannistrà (Slow Food Orvieto).

Durante il Festival ci sono stati anche momenti per i più piccoli con il laboratorio di pittura e creatività per bambini da 3 a 10 anni tenuto dall’artista Stefania Conticchio. Musica, grazie al duo Andrea Vincenti e Martina Maggi. E l’arte con la mostra a cura di Anna Appolloni allestita nell’atrio del Palazzo dei Sette.

La IX edizione del Festival del Dialogo si è conclusa con un successo maggiore degli altri anni – ha commentato il Presidente Erasmo Bracaletti buona la partecipazioni, bene le iniziative questa anche l’opinione di chi ha partecipato, questo per l’Associazione ApertaMenteOrvieto è motivo di soddisfazione che ripaga l’impegno profuso in tempi sempre più difficili. Nella giornata di chiusura abbiamo lanciato il tema del prossimo anno che saràLa rete del dialogo”, su cui stiamo già lavorando. Ci sembra un tema importante da approfondire per capire fino in fondo il suo valore,per capire che è lo strumento fondamentale per riflettere sui temi dei nostri tempie perché nel 2023 cade il decennale della nascita dell’associazione e perché Orvieto entrerà ufficialmente nella rete italiana delle città del dialogo. Si aprono nuovi orizzonti, ci saranno nuovi stimoli . Noi cercheremo di fare del nostro meglio chiedendo a tutti di dare una mano. Grazie a tutti e a presto”.

Saluto con molto entusiasmo e soddisfazione la IX edizione del Festival del Dialogo – è il commento di Anna Appolloni Sono molto soddisfatta per l’affluenza, la qualità delle domande, ma soprattutto per l’interesse artistico di chi ha transitato la mostra. I bambini domenica mattina l’hanno fatta da padroni, dominando l’atrio di Palazzo dei Sette con i loro disegni e colorando il “Mondo globale” con l’attenta guida dell’artista Stefania Conticchio. Quindi, anche la scelta della location nel Palazzo dei Sette, vista la sua centralità, è stata oltremodo azzeccata. Ci vediamo per l’edizione numero X sempre più carichi che mai”.